Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Orologi da polso: guida all’acquisto

L’orologio da polso può essere considerato un ottimo accessorio per l’abbigliamento che dona alle persone che lo indossano una certa eleganza e uno stile davvero impareggiabile o irraggiungibile da qualsiasi bracciale o gioiello indossato. Naturalmente questo è possibile solamente se viene scelto un modello di orologio da polso adatto, avente determinate caratteristiche che possono soddisfare il proprietario.

Si evince facilmente che la scelta di un modello piuttosto di un altro possa essere particolarmente difficile, specialmente se non si conosce il settore in questione e non si sa cosa si deve valutare per effettuare una scelta corretta. Inoltre ad aumentare ulteriormente la difficoltà vi è sicuramente la grande quantità di orologi disponibili sul mercato, appartenenti a diverse fasce di prezzo ed equipaggiati con funzionalità particolari e uniche per ogni dispositivo. Per evitare questo genere di problemi, che può sfociare in perdite di tempo e denaro, brevemente verranno elencate tutte le caratteristiche principali per poter scegliere un orologio da polso adatto alle proprie esigenze.

Il cinturino

Uno dei primi aspetti che vanno considerati durante l’acquisto degli orologi da polso è sicuramente il cinturino. Questo componente, come si evincerà facilmente, ha la funzione di tenere l’orologio legato al polso del soggetto indossatore, donando anche un certo fascino e stile davvero unici, determinati principalmente dal materiale che viene utilizzato. Generalmente i produttori d’orologi da polso utilizzano 4 materiali, ossia il cuoio, il nylon, la gomma e il metallo. Il nylon e la gomma risultano essere i materiali più economici reperibili in commercio, senza contare che la gomma stessa è perfetta per tutti gli orologi subacquei.

Invece in cuoio (che può provenire da diversi animali come mucca, coccodrillo, vitello e così via) risulta essere molto utilizzato negli orologi che devono avere maggiore eleganza e stile. Stessa cosa succede per tutti i modelli con cinturino in metallo, risultando più resistenti agli urti e perfetti per mantenere il polso fresco in caso di giornate con alte temperature.

Orologi analogici e digitali

È sicuramente da citare sicuramente l’esistenza dei orologi analogici e di quelli digitali. La prima tipologia risulta essere quella più classica e quella più diffusa a causa dell’elevata bellezza o fascino. D’altro canto invece gli orologi digitali risultano essere quelli che permettono la lettura dell’orario in maniera molto più agevolata, senza contare che è possibile trovare in commercio dispositivi equipaggiati con moltissime funzioni davvero particolari e uniche.

Cristallo dell’orologio

Il cristallo è un altro componente molto importante in un orologio da polso, dal momento che offre una grande protezione alla componentistica interna dell’oggetto in questione. In commercio esistono diversi modelli equipaggiati con cristalli di diversa tipologia e materiale. Il più costoso e sicuramente il più resistente risulta essere il cristallo in zaffiro (naturale o sintetico), particolarmente adatto ad assorbire gli urti senza graffiarsi (almeno che non si usi un diamante).

Inoltre vi è anche da citare il fatto che il zaffiro è molto difficile da rompere, quindi se trattato a dovere, dovrebbe avere una vita decisamente lunga. Gli orologi da polso più economici invece si servono della plastica (molto sensibile ai graffi) o del vetro trattato termicamente, particolarmente resistente agli urti ma facile da graffiare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *